Image Slider Carousel

Lettori fissi

Se ti è piaciuto il nostro blog ti preghiamo di lasciare un commento, aiutaci a farlo crescere.

If you enjoyed our blog please leave a comment, help us make it grow.

Si vous avez apprécié notre blog s'il vous plaît laissez un commentaire, nous aider à faire grandir.

Wenn Sie genossen unserem Blog finden Sie einen Kommentar abzugeben, uns zu helfen, zu wachsen.

Se você gostou do nosso blog por favor deixe um comentário, nos ajude a fazê-lo crescer.

lunedì 7 ottobre 2013

Mathias e il suo racconto

Colgo l'occasione per inviare uno dei miei racconti...
non riguarda me personalmente...
ma ogni tanto mi capita di immaginare di essere un escort e vivere situazioni intriganti, molto hot...
e mi piace buttare nero su bianco...




Se fosse un libro lo chiamerei euforicamente 

"Fuoco di passione"


Ero lì per lì per suonare alla porta, indossavo un vestito molto carino di colore nero gessato, ed un bel paio di scarpe nere comode… avevo sulle spalle un paio di mesi di palestra, il mio fisico era più scolpito del solito, mi sentivo bene… 

Avevo già in testa la situazione in cui mi dovevo immedesimare… una donna distinta molto sexy… con un buona professione alle spalle… molto affabile e cordiale… 
Il mio unico obiettivo era farla ridere e non far precipitare la serata nella noia o nello squallido sesso senza sentimento, come un movimento fisico senz’anima… beh si ero lì per lì, ed avevo tutto in testa dal saluto al primo bacio e via proseguendo… 
Quando ad un tratto aprì violentemente la porta tanto che rimasi un po’ sorpreso d’impatto, ma lo stupore si fece molto di più quando mi trascinò immediatamente dentro la sua abitazione… avevo avuto quasi la sensazione che lei non volesse che i suoi vicini non dovevano assolutamente vedermi… si un fatto di riservatezza!!!...  invece mi ero sbagliato alla grande… chiuse subito la porta si tolse la vestaglia ed era già nuda… alzai lo sguardo ed incontrai il suo… forse fu il momento clou della serata… da lì capii che tutto quello che avevo in testa era inutile… ella era assatanata… 
Il suo sguardo sprizzava passione da tutti i pori… dopo qualche secondo eravamo già sul suo lettone… le sue labbra carnose e di colore rosso intenso erano già su di me… mi stavano attraversando in lungo e in largo… sentivo la sua saliva incandescente avvolgermi… era una sensazione che aumentò molto velocemente la mia eccitazione… i miei battiti andavano al ritmo dei suoi gemiti… e più aumentava di intensità la sua lingua le sue mani e il suo corpo a strusciarsi sul mio più mi contorcevo… 
Nel frattempo i pensieri inciampavano su questa sua voglia sfrenata… e sul fatto che era la prima volta che mi accadeva d’incontrare una donna così focosa, fra tutte quelle che avevo avuto… 
Ad un tratto, mentre mi trovavo completamente disteso, non sentii più il suo calore su di me… non feci in tempo ad alzare gli occhi che me la ritrovai davanti a me in ginocchio sul mio viso… si prensentò davanti a me uno spettacolo meravigliosamente eccitante… 
Il suo sguardo mi implorava affinchè io iniziassi quell’opera… dovevo immergermi dentro quel vulcano infuocato di passione… e fu un attimo che la mia lingua era già a lavoro… i movimenti sinuosi accompagnati da dolci lamenti la fecero impazzire… in un momento quel vulcano si trasformò subito in un lago profondo… 
Alcune gocce di sensualità scendevano copiosamente dalle sue gambe… e in quel turbine di passione, si cambiò posizione… il corpo curvo vicino a me, le sue braccia adagiate sul materasso… non riuscivo a vedere il suo viso immerso nel piacere, ma riuscivo a percepire i suoi pensieri hard… 
Mi esclamò che lei avrebbe voluto impazzire ed urlare di godimento e che per farlo dovevo usare una via ausiliaria… capì e cercai lentamente di intrufolarmi su di lei… mi aiuto con movimenti ondeggianti del suo fondo schiena e delle sue candide mani che inturgidivano ancor di più… il mio corpo… la velocità e l’impatto che subivano i due corpi cresceva in modo esponenziale i nostri godimenti… le sue mani erano dappertutto cercando di cogliere il massimo del piacere andando a stuzzicare me e lei… iniziò a pronunciare frasi molto hot… 
Voleva che i miei schiaffetti sul sedere fossero più vigorosi… voleva che anch’io facessi citazioni hard che colpivano anche lei e quello che stava facendo… i corpi scivolosi erano ormai all'apice dell’orgasmo… e quando per un momento… per l’ultimo momento stavo per staccarmi da lei…con quel vulcano in eruzione lei mi strinse forte a sé… facendomi esplodere di passione dentro lei… le nostre urla si confondevano… i miei schizzi incandescenti la riempivano e questo oltre a fare godere me, facevano impazzire lei, tanto bastò infatti per far esplodere la sua immensa voglia che lungamente scendeva come fiumi in piena dalle sue gambe… Beh alla fine si girò verso di me e mi disse…”ah ci voleva proprio!!!” onestamente ci venne da ridere… ma fu proprio una bella esperienza…

Nessun commento:

Posta un commento